Come scegliere una Scuola di Danza

A cura di Danza & Danza Dance Studio

Se pensi che tuo figlia/o sia portato per la danza, questo piccolo vademecum ti aiuterà a capire quale scuola è più adatta a lui (e a te…) per poter rendere realtà un sogno: diventare ballerini.

Innanzitutto una domanda: perché la danza rispetto ad altre discipline? La danza è disciplina, arte, eleganza, forza, potenza, bellezza, sacrificio, tenacia, rispetto. La danza le ha tutte. La scelta della scuola di danza più adatta ai nostri figli è un compito importante e delicato in quanto è proprio lì che i nostri bambini cresceranno e si formeranno fisicamente e socialmente. Infatti, insieme alla scuola dell’obbligo, la scuola di danza è un giusto supporto alla crescita. Questo perché i ragazzi  vengono continuamente stimolati da una disciplina che insegna loro regole, sacrificio oltre che divertimento e socializzazione. Danza è disciplina, quindi la divisa, l’ordine, la cura della persona e delle proprie cose, sono fondamentali; un allievo disordinato e distratto mostra di non essere ben presente a se stesso e non è in grado di apprendere fino in fondo  l’essenza della danza e non ne vive interamente la Magia. Egli, dunque, va educato e responsabilizzato ed accompagnato nella crescita.

Tra le caratteristiche che una buona scuola deve avere ci sono:

–  i titoli degli insegnanti, meglio se laureati, conseguiti durante la loro carriera, e che devono essere sicuramente riconosciuti a livello nazionale ed internazionale come ad esempio il corso insegnanti teatro alla scala o il diploma rilasciato dall’accademia nazionale di danza.

– Poi bisogna capire se gli stessi insegnanti sono ancora in spirito di aggiornamento, questo perché come in tutte le discipline, l’aggiornarsi costantemente permette al docente di offrire un lavoro migliore ai ragazzi, e purtroppo non tutti sono disposti a sacrificarsi bensì pensano di essere arrivati…

–  Altra caratteristica è il palmares della scuola, infatti i risultati raccolti durante il corso degli anni ci indica il valore e le abilità della scuola e ci mostra la voglia di risultati che lo staff persegue, creando un continua applicazione e un continuo impegno. Per far crescere gli allievi è importante farli partecipare a stages e seminari con docenti di altro profilo esterni alla scuola; anche qui non tutti gli insegnanti sono disposti a far crescere i propri allievi mettendosi a confronto con altri docenti temendo che lo stesso scopra realtà ben diverse da quelle che vive nella propria realtà, penalizzandolo e non facendolo crescere.

–Non da ultimo le possibilità offerte dalla scuola a livello lavorativo e professionale. Oramai strutture di tutti i tipi, senza arte nè parte, si spacciano per “accademie” promettendo corsi e sbocchi professionali. Verificate con attenzione se insegnanti e allievi hanno negli anni avuto esperienze professionali rilevanti. In caso contrario allontanatevi dai “venditori di fumo”.

– La logistica della scuola deve essere idonea e professionale con sale grandi per permettere all’insegnante di suddividere le classi in modo da seguire gli allievi, uno ad uno, e dando loro la massima attenzione. Una classe molto numerosa in ambiente non adeguato danneggia il singolo allievo, scoraggiandolo, poiché trascurato.

– La propensione della scuola a spingere i talenti in strutture superiori come il Teatro Alla Scala, per dare la possibilità ai ragazzi di perseguire il proprio sogno di  “diventare ballerini”.  Non tutti hanno le doti fisiche e intellettuali per diventare ballerini, ma chi le ha, deve essere supportato da una struttura idonea che persegue il delicato compito di indirizzare, nei tempi e modi più consoni l’allievo, instradandolo verso un mondo difficile ma pieno di soddisfazioni: la Danza.

La scelta è ardua ed importante. Se ci informiamo e ci mettiamo in discussione facciamo solo il meglio per i nostri figli. Del resto…la Danza è per sempre.

Leave a Reply